Il caos dopo di te – Carlos Montero

Il caos dopo di te – Carlos Montero

Titolo: Il caos dopo di te

Autore: Carlos Montero

Editore: Leggereditore

Genere: thriller

Pagine: 369

Prezzo: 17,00

LINK ACQUISTO AMAZON

LINK ACQUISTO IBS LINK ACQUISTO MONDADORI

Trama

Raquel accetta di buon grado la supplenza presso il liceo di Novariz: dovrà sostituire per ben sette mesi l’insegnante di letteratura. Un tempo piuttosto lungo, in cui finalmente potrà conoscere davvero i suoi studenti. L’unica cosa che la disturba è che suo marito Germán questa volta ha deciso di seguirla; è nato e cresciuto a Novariz e questa è l’occasione perfetta per tornare a casa e passare un po’ di tempo con la sua famiglia. Escono entrambe da un momento doloroso e straziante: lui ha perso il padre, lei la madre. Oltre a quello che è successo dopo. Ma Raquel non vuole pensare a quello. Si tratta di un nuovo inizio e il passato va lasciato alle spalle.

E’ quindi piena di energia e speranza quando entra a scuola il primo giorno e scopre una verità scomoda, che nessuno le aveva detto: l’insegnante che deve sostituire, Viruca, si è suicidata poche settimane prima, e l’intera scuola è in lutto. I suoi studenti la adoravano, l’ex marito è un uomo distrutto, che cerca disperatamente di convincere le autorità che la donna non può davvero essersi tolta la vita. Come se non bastasse, quando conosce gli studenti di una delle classi di Viruca, alcuni di loro si dimostrano subito ostili nei suoi confronti, mettendola in difficoltà e facendola sentire inadeguata. Uno di loro in particolare sembra abbia fatto addirittura delle ricerche su di lei, e abbia scoperto cose del suo passato che voleva tenere nascoste.

L’ansia e il disappunto che prova all’istante sono niente in confronto alla paura che la invade quando trova tra i compiti da correggere un biglietto con una sola frase: ‘E tu, quanto ci metterai a morire?’ Per Raquel inizia un incubo che la trascinerà nel passato di Viruca e dei suoi studenti.


Autore

Carlos Montero è uno scrittore, sceneggiatore e regista spagnolo. Ha scritto alcune delle serie tv più famose del suo paese, tra cui Elite, in onda su Netflix. “Il caos dopo di te” è il suo primo romanzo tradotto in italiano, da cui Netflix ha tratto la omonima serie in otto episodi.


Recensione

Il caos dopo di te“. Mai titolo mi è sembrato più giusto per un romanzo. Un semplice suicidio, di una qualunque professoressa di un paesino della Galizia. Una supplente chiamata a sostituirla, che arriva in città con le migliori intenzioni. Dopo, il caos assoluto. Gli studenti non la prendono in simpatia, anzi fanno di tutto per metterla in difficoltà. Un biglietto anonimo tra i compiti ci dà subito l’idea che sia una storia di molestie come se ne sentono tante; eppure qualcosa non torna, sembra tutto eccessivo.

Giro il foglio e scopro la risposta. Una paura eccessiva, impalpabile e allo stesso tempo molto reale, si impossessa di me nel leggerla: ‘E tu, quanto ci metterai a morire?’

Ma all’inizio sei così preso dal passato di Raquel e del marito, da quella verità scomoda che cercano di dimenticare, che non riesci a focalizzare l’attenzione su tutto quello che accade intorno, fino a quando non è troppo tardi. Fino a quando, in un crescendo di suspense e tensione, la storia non prende pieghe inaspettate e tutto va a rotoli, trascinando nel baratro gran parte dei personaggi. Raquel si ritrova invischiata suo malgrado nella ricerca di una verità che forse è molto diversa da quella che tutti dipingono in paese. Viruca, la professoressa morta, appare amata da tutti e allo stesso tempo detestata; c’è chi la piange disperatamente come l’ex marito, e chi pensa che abbia fatto la fine che meritava. Due sentimenti troppo opposti e troppo forti per trovare una comprensibile via di mezzo.

Niente mi è mai risultato così difficile come quella mezz’ora in cui devo obbligarmi a rimettere in ordine quel caos. Il caos dopo di lei. Il caos di un mondo in cui non c’è più.

E mentre segui lo sviluppo della storia, ogni volta che credi di essere arrivato a una svolta ti rendi conto che è solo un tassello in più che non illumina nulla, ma aggiunge solo altro buio a un quadro già piuttosto oscuro, tanto da farti pensare che l’intero paesino sia coinvolto nella vicenda. Quello che mi ha affascinato di più, oltre l’intreccio davvero ben congegnato, è la caratteristica comune a tutti i personaggi di essere moralmente discutibili. Perfino Raquel ha i suoi scheletri nell’armadio e le sue decisioni sono a volte contestabili. Non credo ci sia un solo personaggio completamente positivo, non fino in fondo almeno.

Come possono certe atrocità albergare dentro di noi? Come può essere che senza la stretta supervisione della parte razionale, l’inconscio vada completamente fuori controllo?

Questo elemento non fa altro che attrarre ancora di più il lettore, che resta invischiato in una storia torbida e complessa, della quale ammetto di non aver immaginato il finale fino a quando non mi è stato svelato. I personaggi sono talmente controversi che a un certo punto inizi a dubitare di tutti, senza distinzione. Unico neo, secondo me, nella scrittura, sono alcune parti in cui l’autore si dilunga troppo e che forse non erano indispensabili alla narrazione. Lo stile è scorrevole, asciutto, sintetico, e comunica la giusta ansia e la perfetta curiosità; ma avrei gradito che in alcuni passi fosse più sintetico.

Per quanto riguarda la narrazione, invece, mi è piaciuta molto l’alternanza di due punti di vista. Da una parte c’è Raquel, la protagonista, che narra la vicenda in prima persona al presente, per quasi tutto il romanzo. Alcuni capitoli invece sono raccontati da un narratore esterno, che ci mostra quello che avviene in alcune scene cruciali in cui spesso la donna non è presente. All’inizio ho avuto bisogno di abituarmi a questa alternanza di focalizzazione, poi la scelta narrativa mi ha coinvolto totalmente.

In definitiva posso dire che è un bel thriller, affascinante, ben scritto e soprattutto dall’intreccio mai banale e portato avanti con la giusta tensione. Una lettura che sono sicura piacerà a tutti gli amanti dei thriller, a cui la consiglio vivamente.


LINK ACQUISTO AMAZON

LINK ACQUISTO IBS LINK ACQUISTO MONDADORI
Se ti è piaciuto l'articolo lascia un like oppure seguimi!
error20
fb-share-icon1050

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

iscriviti alla newsletter per ricevere gli ultimi articoli pubblicati

Articoli recenti