Iniziò tutto a New York – Mandy Baggot

Iniziò tutto a New York – Mandy Baggot

Titolo: Iniziò tutto a New York

Autore: Mandy Baggot

Editore: Newton Compton

Genere: romanzo rosa

Pagine: 480

Voto del Pubblico (IBS): 2 su 5

Prezzo: 4,90

ACQUISTA SU AMAZON

ACQUISTA SU MONDADORI

Trama

Hayley e sua figlia Angel, di nove anni, sono appena arrivate a New York dall’Inghilterra. Resteranno per il periodo natalizio a casa del fratello Dean, che si è trasferito in America e ha fatto carriera in una multinazionale che si occupa di prodotti informatici. Dean è il figlio prediletto, quello intelligente, bello, capace di raggiungere i suoi obiettivi. Lei invece è la pecora nera della famiglia, quella che a vent’anni, durante una vacanza nella Grande Mela, ha passato una notte brava con un affascinante artista belga, e al suo rientro a casa ha scoperto di essere incinta.

Così, abbandonati gli studi per diventare stilista e chiusi i suoi sogni in un cassetto, si è accontentata di piccoli lavori per crescere Angel. Quando decide di passare le feste con il fratello, nessuno sa che in realtà ha perso il lavoro e spera che New York possa significare un nuovo inizio anche per lei. Ma soprattutto, Hayley ha nascosto a tutti il desiderio di ritrovare il padre di Angel, che la bambina vorrebbe disperatamente conoscere.

Oliver Drummond, amministratore della Drummond Global, la Società per cui lavora Dean, è invece uno scapolo milionario, bello, affascinante e divertente, che passa la vita a collezionare compagnie femminili di cui la mattina dopo non ricorda il nome. Il padre e il fratello maggiore, Ben, sono morti prematuramente di infarto per un difetto genetico. Così Oliver è stato costretto a rinunciare al suo sogno per prendere il posto del fratello nella direzione dell’azienda, vivendo una vita che sarà non solo insoddisfacente, ma anche breve. Tutti gli uomini Drummond hanno subito la stessa fine e Oliver sa di non avere molto tempo a disposizione.

Un fortuito caso mette Hayley e Oliver sulla stessa strada, facendo scontrare due mondi completamente diversi, che si attraggono a vicenda. L’affinità tra loro è sorprendente, soprattutto per il milionario, che all’improvviso scopre un nuovo interesse per la vita. Ma i cambiamenti improvvisi del destino sono a volte difficili da comprendere e gestire. Mentre Hayley è sempre più vicina a ritrovare il padre di Angel, le crisi di Oliver peggiorano, facendolo ragionare sull’impossibilità di una vita comune.


Autore

Mandy Baggot è una scrittrice britannica apprezzata per i suoi romanzi rosa, vincitrice di svariati premi e membro della Romantic Novelist’s Association. Tra i suoi libri tradotti in italiano troviamo “Iniziò tutto a New York” e “Natale a Parigi”.


Recensione

Ok, lo ammetto, non sono una grande appassionata di romanzi rosa, quindi il mio giudizio può non essere oggettivo. Ma 480 pagine di sentimentalismi… seriamente? “It” di Stephen King ne ha mille e ricordo che quando lo leggevo, da ragazza, le mie amiche dicevano che non era un libro, ma un fermaporte. Ma qui stiamo parlando di quasi cinquecento pagine di marshmallows in una cioccolata calda. Ce n’è abbastanza per una curva glicemica. Eppure, grande stupore! L’ho apprezzato. Certo, avrei sfoltito un po’ le descrizioni romantiche della città (lo abbiamo capito alla quinta che New York ha un fascino particolare), avrei velocizzato alcuni eventi collaterali e sarei arrivata con una centinaio di pagine in meno al traguardo. Ma la storia c’è ed è piacevole.

Sfido chi lo leggerà a sostenere di non aver fatto il tifo per la povera, sfortunata Hayley che incontra, dopo una vita di sacrifici e rinunce, il suo principe azzurro. E poteva non essere un uomo ovviamente bellissimo, ovviamente biondo e dagli occhi magnetici, e già che ci siamo anche enormemente milionario e sprovvisto di fidanzata? Il problema è che la vita non sempre ricalca le favole e a volte i principi non arrivano su un cavallo bianco, ma forniti di monitor cardiaco e svariati elettrodi.

Come se i suoi guai non fossero sufficienti (una figlia da mantenere, i propri sogni accantonati in un cassetto, una madre ostile che la fa sentire inadeguata dal momento in cui è rimasta incinta, e un bisogno disperato di trovare il padre di Angel con il quale è stata una sola notte), Hayley dovrà scontrarsi anche con quelli di Oliver. Ma è una donna sicura di sé, intelligente, creativa e ironica, che saprà tenere testa a tutte le situazioni imbarazzanti e problematiche in cui si caccerà. Oliver Drummond, invece, è un uomo fragile, che vive una vita superficiale, non ricorda nemmeno il nome delle donne con cui passa le notti ed è incapace di gestire un rapporto che non sia d’affari. Consapevole che la sua vita sarà breve come quella del padre e del fratello, morti entrambe di infarto, Oliver si rifiuta di vivere davvero. L’incontro con Hayley metterà a dura prova la sua capacità di mantenere il solito distacco.

I personaggi creati da Mandy Baggot sono divertenti, affascinanti, credibili e ben caratterizzati. Anche quelli secondari (la madre di Oliver, l’amico Tony, il fratello di Hayley con il suo compagno, ma soprattutto Angel) sono ben congegnati e contribuiscono a dare interesse alla storia. Lo stile di scrittura è semplice e quotidiano; il romanzo si legge con estrema facilità e nonostante la lunghezza non stanca affatto. Devo dire però che alcune battute risentono della traduzione italiana, che non rende al meglio i giochi di parole tra l’inglese e l’americano. Una cosa che mi ha colpito della scrittura della Baggot è l’ironia frizzante e giovanile che pervade l’intero romanzo.

Lui era solo il figlio minore. L’aggiunta. Il secondo profilo dell’abbonamento a Netflix, quello che nessuno era sicuro di volere ma dato che c’era lo teneva lì, per ogni evenienza…Ed era successo: il primo era morto.

Il sentimento tra Hayley e Oliver, che fa da sfondo alla vicenda, è romantico e fa sognare. Ma non è l’unico motivo per cui la lettura scorre così facilmente. Il rapporto tra la donna e sua figlia Angel è profondo e dolce, oltreché divertente. Per avere solo nove anni Angel è una ragazzina estremamente intelligente, curiosa e divertente, dall’ironia fresca e pungente. L’amore e il rispetto che unisce madre e figlia è davvero toccante. La crescita di Oliver è l’altro elemento che traina la storia. Per imparare a vivere veramente dovrà riuscire a convivere con la morte del fratello, che non ha mai superato.

Non si può piangere per sempre, o il dolore diventerà l’unico legame che hai con le persone che hai perso.

E’ una storia di amore, di maturazione, di sogni dimenticati che possono essere ancora avverati, di rapporti spezzati che possono essere ricostruiti. Ed ecco qua… mi sono lasciata vincere anch’io dai sentimenti. Ma come si fa a resistere? Non sentite il profumo del Natale, gli alberi addobbati, i canti natalizi, la pista di pattinaggio del Rockfeller Center e New York ammantata di neve? E’ una commedia romantica, leggera e in alcuni passi forse vagamente scontata, ma è scritta bene e alla fine ti lascia con la voglia di vivere al meglio tutto ciò che viene dalla vita. Perché come dice Hayley

Sappiamo tutti come va a finire. Ciò che non sappiamo è che fermate faremo durante il percorso.


ACQUISTA IL LIBRO SU AMAZON

ACQUISTA IL LIBRO SU MONDADORI
Seguimi! Condividi! Oppure metti Mi piace!
fb-share-icon0
Tweet 20

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Currently reading – in lettura

– Caro te, ti racconterò di quelli del “fino alla fine” – Luigi Castellucci

 

Segui il blog. Inserisci il tuo indirizzo email per ricevere notizie sui nuovi articoli

Collaborazioni

Articoli recenti