{Review Tour} Vorrei solo te per Natale – Kennedy Ryan

{Review Tour} Vorrei solo te per Natale – Kennedy Ryan

Titolo: Vorrei solo te per Natale

Autore: Kennedy Ryan

Editore: Newton Compton

Genere: romanzo rosa

Pagine: 133

Prezzo: 7,90

LINK ACQUISTO AMAZON

LINK ACQUISTO IBS LINK ACQUISTO MONDADORI

Eccomi alla mia tappa del Review Tour organizzato per la pubblicazione del quarto volume della Shot Series di Kennedy Ryan “Vorrei solo te per Natale“. Ringrazio Angela e Lucia di @iorestoquialeggere che hanno organizzato l’evento e la Casa Editrice per averci fornito la copia digitale del romanzo.


Trama

La prima volta in cui Avery ha incontrato Mack Decker è stato uno dei momenti più imbarazzanti della sua vita. Lei era una giovane giornalista sportiva a cui era stato affidato uno dei primi lavori importanti, lui aveva appena firmato un contratto stellare con l’NBA. Un incidente spiacevole nello spogliatoio, davanti a tutti i colleghi maschi di Avery, mette fine a uno scontro burrascoso, al tentativo di Decker di sedurla e alla loro collaborazione.

Dieci anni dopo, quando entrambe hanno avuto una vita lavorativa piena di successi e una vita personale costellata di disastri e dolori, i due si ritrovano per colpa del destino a dover condurre lo stesso programma televisivo. Nonostante i cambiamenti che tutte e due hanno subito, l’energia che sprizza da ogni loro incontro è palpabile e l’attrazione è la stessa di tanti anni prima. Avery si chiede, per la prima volta, se quell’occasione mancata non possa essere finalmente colta. Ma il dolore che nasconde a tutti è ancora troppo vivo perché lei riesca a farsi trascinare in una nuova storia. Decker sarà in grado di aspettare oppure è rimasto il playboy superficiale che lei ricorda?


Autore

Kennedy Ryan è una scrittrice americana tra le più lette secondo “USA Today”. I suoi romanzi sono caratterizzati da eroine forti e indipendenti, di ogni estrazione sociale, che riescono a superare gli ostacoli che trovano lungo il loro cammino grazie alla loro determinazione. E’ fondatrice e direttrice esecutiva di una fondazione che aiuta le famiglie che convivono con l’autismo. Della Shot Series sono stati pubblicati da Newton Compton “Vorrei solo averti qui”, “Vorrei solo poterti odiare”, “Vorrei solo fidarmi di te” e “Vorrei solo te per Natale“. Per Hope Edizioni invece sono usciti “Grip”, “Flow” e “Still“.


Recensione

Quando le luci si abbassano, alza la guardia e sfoggia quella falsa e attenta neutralità che pensa mi terrà lontano. Ma ogni giorno vedo una nuova crepa in quel muro dietro cui si nasconde, e questo non fa che alimentare la mia curiosità di vedere cosa c’è al di là. E’ ora di scalfire quel muro. E’ ora di essere il martello.

Come sapete ho scoperto da poco il genere romance. Sarà questo particolare periodo storico in cui necessitiamo tutti di sentirci avvolti da momenti piacevoli; sarà che in fondo al cuore siamo tutti più romantici di quello che lasciamo intendere, ma questo breve romanzo mi ha dato una sferzata di amore e passione che ha lasciato il segno. Quarto libro di una serie di romanzi (la Shot Series) che hanno per protagoniste donne forti, decise, sicure di loro stesse e fortemente passionali, questo volume accompagna ai cliché tipici del romanzo rosa dei temi seri e delicati. Ma lo stile di scrittura di Kennedy Ryan riesce egregiamente a mischiare le due cose, dando alle sue storie d’amore lo sfondo adatto a esporre problematiche comuni difficili da trattare.

Il tono della Ryan è sempre ironico (qui soprattutto grazie al personaggio di Mack Decker), allegro, piacevole e affascinante da seguire. Il doppio punto di vista (Decker e Avery si alternano nella narrazione in prima persona) permette al lettore di entrare in sintonia con i due protagonisti, anche grazie alla scrittura arguta, frizzante e divertente dell’autrice. Avery è un’eroina moderna: una donna che ha saputo inseguire il suo sogno in un mondo costruito per gli uomini, dove il colore della sua pelle non ha certo aiutato. Eppure ce l’ha fatta, è una giornalista affermata e ha un programma televisivo tutto suo.

Sono allergica all’ordinario e aborro la mediocrità. Ciò si riversa in ogni aspetto della mia vita. Carisma. Ambizione. Non so come chiamarlo.

Nonostante questo, dietro la facciata di controllo, di sicurezza, di successo e di professionalità che mostra a tutti, c’è una donna dal passato doloroso, che nasconde un segreto che l’ha segnata e che non ha avuto il coraggio di rivelare a nessuno. E’ per questo (oltre alla strepitosa attrazione sessuale) che rimane colpita da Decker quando lo ritrova dieci anni dopo. Come può, infatti, quel playboy incallito, troppo sicuro di sé e superficiale, essere l’unico ad accorgersi che nella sua vita non è tutto perfetto?

Non devo infilarmi nel suo letto stasera, ma mi piacerebbe infilarmi nella sua testa; sapere cosa c’è dietro quella risata vuota e quello sguardo assente. Anche se è qui a ballare, bere e flirtare, in realtà sono tutte apparenze; Avery è da qualche altra parte, sola e infelice. Non è affatto in questa stanza.

Soddisfatta della sua vita lavorativa, dove è riuscita a raggiungere i suoi obiettivi, Avery ha vissuto l’ultimo anno convinta di avere una parte di colpa nella fine della sua relazione precedente (che per ovvie ragioni non vi racconterò per non rovinare la storia). Non riesce a perdonarsi, non crede di meritare una seconda possibilità, e la comprensione degli altri e il peso che porta sulle spalle sono troppo pesanti per lei. Dietro l’apparente freddezza, nasconde una fragilità che solo Decker saprà percepire. Il protagonista maschile della Ryan è l’uomo perfetto che tutte sogniamo: oltre a essere affascinante, bello e sensuale, è un uomo paziente, comprensivo ma caparbio. Non ha intenzione di mollare la presa su Avery, ma accetta i suoi tempi e si adegua alle sue necessità, sostenendola con la sua presenza e facendole capire, alla fine, che alcuni vuoti che sente dentro di sé non devono essere necessariamente colmati.

«Siamo mai veramente integri, Avery?», chiedo. «Se tu riesci a trovare il segreto di questo enorme casino che è la vita, dillo a tutti, perché la gente normale convive sempre con mille crepe».

Ma ora mettiamo da parte per un attimo le tematiche di fondo del romanzo, che come accade sempre nei libri di Kennedy Ryan affondano le radici in problemi comuni, a volte tristi, a volte scottanti, e sempre delicati, e diciamo la verità. E cioè che la storia tra Avery e Decker è una delle più sensuali ed erotiche che io abbia mai letto. Le donne della Ryan sono esseri moderni che oltre a sapere esattamente quali obiettivi raggiungere nella loro carriera, sono anche donne che vivono l’amore in modo naturale e passionale. La storia d’amore tra i due protagonisti non è solo dolce e romantica, ma anche focosa, ardente ed emozionante. Avery e Decker vi travolgeranno con la loro passione, quindi preparatevi a uno scontro tanto romantico quanto bollente.

Non ho letto gli altri romanzi della Shot Series, ma ho intenzione di recuperarli e vi consiglio, se amate il genere rosa e volete vivere forti emozioni, di fare altrettanto. Vi ricordo che tutti i libri sono autoconclusivi e non è necessario leggerli in un determinato ordine. Complimenti quindi all’autrice per aver saputo creare una storia breve (si tratta di poco più di cento pagine) ma intensa che mi ha catturata totalmente. Io vi lascio con le date delle prossime recensioni, che potrete trovare sui blog delle mie compagne d’avventura. Nel frattempo, buona lettura!


LINK ACQUISTO AMAZON

LINK ACQUISTO IBS LINK ACQUISTO MONDADORI
Seguimi! Condividi! Oppure metti Mi piace!
fb-share-icon0
Tweet 20

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Currently reading – in lettura

– Volevo solo sfiorare il cielo – Silvia Ciompi

– L’amore prima di noi – Paola Mastrocola

 

 

Unisciti ai 21 followers del blog per ricevere gli ultimi articoli

Articoli recenti

Collaboro con