Yaba. La paura vive con noi – Luca Zantei

Yaba. La paura vive con noi – Luca Zantei

Titolo: Yaba. La paura vive con noi

Autore: Luca Zantei

Editore: Il Convivio

Genere: thriller

Pagine: 199

Prezzo: 15,00

ACQUISTA SU AMAZON

ACQUISTA SU IBS ACQUISTA SU MONDADORI

Trama

Nel porto di Trieste la Capitaneria vede arrivare una nave che sembra alla deriva. Quando la Polizia e la Guardia costiera si avvicinano e salgono a bordo, si trovano davanti uno spettacolo tragico e inquietante: l’intero equipaggio è stato trucidato. L’indagine viene affidata al Commissario Annamaria Conte, una poliziotta dalle straordinarie capacità investigative, che si è appena ripresa da un grave lutto familiare. Mentre il Commissario inizia a indagare sull’origine del carico, che pare sia partito dal Mare Cinese Orientale, nella città si manifestano incomprensibili omicidi: persone insospettabili e pacate stanno perdendo la testa, uccidendo amici e familiari. Più la Conte indaga, e più tutto sembra essere partito dalla nave e da una strana cassa, ora vuota, che è stata imbarcata poco prima della partenza. Per il Commissario è una lotta contro il tempo, mentre la follia continua a dilagare in città e le morti aumentano drasticamente.


Autore

Luca Zantei è un autore italiano nato nel 1964. Ha sempre avuto, fin da bambino, la passione per la scrittura. Il suo primo romanzo giallo è “Cambio d’indentità”, seguito da “L’altro volto della vendetta”. Il nuovo libro “Yaba” è un misto di giallo e thriller.


Recensione

Inizio col dire che “Yaba” è un romanzo difficile da inserire in un unico genere. E’ di base un giallo, ma è venato da tanti risvolti differenti: dagli intrighi internazionali alla lotta alle armi chimiche, passando per le tante morti inquietanti e spaventose che lo avvicinano anche al thriller e all’horror. Lo stile di Luca Zantei è fluido e scorrevole, piuttosto sintetico e asciutto in alcuni paragrafi, scelta che aumenta la tensione e la suspense nel lettore. L’intreccio è molto curato e la storia si fa man mano più complessa, fino al culmine dell’azione finale, quando ormai l’attenzione è totalmente catturata. Devo far notare, mio malgrado, che in alcuni paragrafi il passaggio da un personaggio all’altro è così repentino e non dichiarato, che ho fatto fatica a coglierlo subito e ho dovuto rileggere la frase.

I temi trattati nel romanzo sono tanti e tutti molto interessanti e attuali. C’è innanzitutto una delle paure più comuni dell’essere umano, che lega gran parte della storia e che non posso rivelare per non rovinare la lettura. Viene poi affrontato, nell’ambito dell’intreccio internazionale, il problema spinoso del terrorismo e degli attentati; mentre, parlando della protagonista, l’autore delinea una donna forte, caparbia e indipendente, che troppo spesso ha dovuto lottare per uscire dagli stereotipi comuni. Prima di tutto in famiglia, dove ha trovato un marito che non comprende e non accetta il suo ruolo all’interno della polizia, considerandolo un lavoro totalmente inadatto a una donna (complice anche la diversità culturale). Ne ha poi risentito anche nell’ambito lavorativo dove, a differenza dei suoi colleghi maschi, ha dovuto dimostrare continuamente il suo valore. La tenacia con cui prosegue la sua vita è un messaggio positivo per tutte le donne. Il commissario Annamaria Conte è un’eroina moderna, astuta, intelligente, dotata di capacità straordinarie, che vi trascinerà in una lotta contro le avversità e soprattutto contro la criminalità, che sono sicura riuscirà a rapire numerosi lettori. E’ stata una lettura piacevole e la consiglio agli amanti di gialli e thriller.


ACQUISTA SU AMAZON

ACQUISTA SU IBS ACQUISTA SU MONDADORI

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

iscriviti alla newsletter per ricevere gli ultimi articoli pubblicati

Articoli recenti

Collaborazioni