Georgie, All Along – Kate Clayborn

Georgie, All Along – Kate Clayborn

Titolo: Georgie, All Along

Autore: Kate Clayborn

Editore: Leggereditore

Genere: romance

Pagine: 316

Prezzo:16,00

ACQUISTA SU AMAZON


Trama

Georgie Mulcahy ha fatto carriera anteponendo gli altri a sé stessa. Quando un imprevisto la porta ad allontanarsi dalla frenesia di L.A. per tornare nella sua città natale, è costretta ad affrontare una scomoda verità: i suoi desideri e le sue esigenze sono sempre stati una pagina bianca. Finché non si imbatte nel suo vecchio diario, custode dei sogni della sua adolescenza. Per una Georgie sopraffatta, le semplici e piccole idee del diario si trasformano in una guida per intraprendere un nuovo cammino. Ma i suoi piani subiscono un arresto quando si trova faccia a faccia con un inaspettato coinquilino, Levi Fanning, che si rivela però un ottimo compagno d’avventura. Mentre i due procedono con la sua lista dei desideri, Georgie si rende conto che ciò che vuole veramente non è tra le pagine del diario, bensì al suo fianco.


Autore

Kate Clayborn è un’autrice statunitense molto acclamata, creatrice di eroine moderne, forti e indipendenti alle quali si affiancano spesso grandi amici e le loro famiglie. “Georgie, all along. Georgie, da sempre” è il primo romanzo tradotto in Italia.


Recensione

Romanzo piuttosto diverso dal solito, perlomeno rispetto a quelli che mi sono capitati finora. Se vi aspettate il bad boy della situazione lo troverete, ma si rivelerà l’esatto opposto; il perasonaggio maschile di questa storia, infatti, è per me la novità e la forza del romanzo della Clayborn. Entrambe i protagonisti, Georgie e Levi devono fare i conti con il passato, il primo piuttosto vuoto l’altro, fin troppo pieno di dolore, di errori, di scelte sbagliate, che hanno condizionato il resto della sua vita. Il rientro a casa di Georgie è un modo per fermarsi dopo la sua sconfitta lavorativa e capire cosa le provoca il vuoto che sente dentro, nonostante nella vita abbia ottenuto un successo inaspettato pur non avendo nemmeno frequentato il college. Ma la ragazza è sempre stata brava a capire le necessità dei suoi capi e a soddisfarle, divenendo una delle migliori assistenti nel campo cinematografico. Eppure quel buco non si riempie mai, e ora che è rimasta senza lavoro finalmente si chiede cos’è che vuole davvero lei, oltre soddisfare le esigenze dei suoi superiori.

«Forse questa è anche la mia occasione. per capire chi sono, e cosa voglio.»

Per non essere un vuoto totale, aggiungo in silenzio.

Tornare a casa, ritrovare il diario in cui aveva scritto tutti i suoi piccoli desideri da adolescente, e cercare di viverli, ora le sembra sia il modo migliore per capire il momento in cui ha perso di vista il suo futuro. Levi al contrario sa per fintamente cosa vuole: continuare a volare basso, vivere la vita che si è ricostruito con tanta fatica dopo gli errori commessi da ragazzo, quelli che lo hanno allontanato dalla famiglia e per i quali tutti in città lo considerano una causa persa. Lo scontro con Georgie è emozionante ma anche spaventoso, perché l’esuberanza della ragazza e il modo in cui lo guarda senza giudicare, come se fosse una persona degna di attenzione, lo spaventa e lo mette davanti alla necessità di aprire una breccia nel muro che ha faticosamente tirato su per nascondere tutte le fragilità con cui convive da anni, fondate su un segreto che non può confessare a nessuno.

«Torno subito» dico, ricordando che non sono fragile stasera. Ho solo bisogno di un secondo per respirare senza la sua presenza, che con la sua vicinanza preme tutti i pezzi di me tenuti insieme con la colla.

La storia è molto affascinante, i personaggi sono ben curati e hanno una loro gradevole profondità; la storia d’amore è una slowburn davvero piacevole, che ti tiene col fiato sospeso per tutto il tempo. L’unica pecca che ho trovato è che la scrittura non è molto scorrevole, forse per lo stile particolare che usa a volte frasi spezzate, spesso unite ai pensieri dei protagonisti; ma in linea di massima credo sia una questione più che altro di costruzione delle frasi. Questo ha limitato un poco il piacere della mia lettura, ma immagino sia dovuto a un gusto personale perché il romanzo in sé è davvero molto carino e ne consiglio assolutamente la lettura a chi non cerca solo una leggera storia d’amore, ma uno sfondo più ricco con problematiche familiari e personali da risolvere, e un sentimento dolce e sincero che fa sognare.

Prendo il pennarello e ciò che voglio scrivere è – lo so – tutto sbagliato. Troppo grande per il momento.

‘Georgie’ voglio che dica la mia pelle.

‘Georgie qui per sempre’

ACQUISTA QUI